Idoneità Abitativa

.

Argomenti

Cos'è

L’attestato di idoneità abitativa viene rilasciato in ottemperanza alla L. 40/1998 ”Disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” e al D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero”. Il Comune attesta che l'alloggio rientra nei parametri minimi previsti dalla Legge Regionale 2/2019 in materia di edilizia residenziale pubblica (ERP) e dimostra che il cittadino straniero ha la disponibilità di un alloggio conforme ai requisiti di idoneità abitativa previsti dalla legge. Ai sensi della normativa vigente per vani utili si intendono tutti vani con superficie pari o superiore a 14 mq. ad esclusione dei servizi e degli spazi accessori. Qualora nell’alloggio siano presenti uno o più vani abitabili di superficie inferiore a 14 mq., ciascuno di essi è considerato equivalente a mezzo vano (i vani saranno considerati idonei per una persona se hanno una superficie minima di 9 mq.). La cucina autonoma viene considerata equivalente a mezzo vano qualora di superficie pari o superiore a 9 mq. e inferiore a 18 mq. L'alloggio, per essere considerato idoneo deve essere: - in condizioni igienico-sanitarie compatibili con l'uso di abitazione; - dotato di allacciamento idrico, elettrico e fognario o, in mancanza di rete fognaria, con adeguata Autorizzazione allo scarico fuori pubblica fognatura; - dotato di impianti (elettrico e/o gas e riscaldamento) conformi alle normative vigenti in materia; - dotato di almeno un servizio igienico con wc, lavabo, doccia/vasca aerato direttamente (o con ventilazione forzata).

A chi si rivolge

L’attestato di idoneità abitativa può essere richiesto:

  • dal proprietario;
  • dal locatario o comodatario;
  • dall'ospite a titolo gratuito di comodato.

Cosa si ottiene

ELENCO COMPLETO TIPOLOGIA DI DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE PER LA RICHIESTA DI ATTESTAZIONE DI IDONEITA’ ABITATIVA

Documenti da presentare

  • DOMANDA (MODELLO A)
  • DICHIARAZIONE SULLA CONFORMITÀ DELLA PLANIMETRIA (MODELLO B)
  • DICHIARAZIONE DEL PROPRIETARIO SUL POSSESSO DEI REQUISITI IGIENICO SANITARI E DELLE CARATTERISTICHE DELL’ALLOGGIO, NECESSARIE AL RILASCIO DELL’ATTESTAZIONE DI IDONEITÀ ABITATIVA (MODELLO C)
  • NEL CASO DI COMODATO D’USO GRATUITO - DICHIARAZIONE DEL PROPRIETARIO DI CONCESSIONE DEL COMODATO D’USO GRATUITO (MODELLO D)

Oltre ai Modelli predisposti, deve essere presentato:

  • FOTOCOPIA DEL DOCUMENTO DI IDENTITÀ DEL RICHIEDENTE;
  • FOTOCOPIA DEL DOCUMENTO DI IDENTITÀ DEL PROPRIETARIO DELL’ALLOGGIO;
  • PLANIMETRIA CATASTALE O PLANIMETRIA IN SCALA DELL’ALLOGGIO;
  • COPIA DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL’ALLOGGIO O DEL COMODATO GRATUITO REGISTRATO O DEL CONTRATTO DI ACQUISTO.

Altri documenti da presentare (se la domanda viene fatta dal proprietario o dal soggetto ospite):

  1. La domanda del rilascio del certificato è presentata dal proprietario dell’alloggio:
  • FOTOCOPIA ATTO DI PROPRIETÀ O DI CONTRATTO DI COMPRAVENDITA O ALTRO (ad esempio dichiarazione di successione o visura catastale);
  1. la domanda del rilascio del certificato sia presentata dal soggetto ospite nell’alloggio:
  • DICHIARAZIONE DI OSPITALITÀ DA PARTE DEL PROPRIETARIO O DI CHI HA LA DISPONIBILITÀ DELL’ALLOGGIO (MODELLO E).

 

I Modelli A, B, C, D ed E possono essere scaricati dal sito istituzionale dell’Ente o ritirati presso l’Ufficio URP del Comune previo appuntamento.

 

Come si ottiene

Viene rilasciato entro 30 giorni dalla presentazione domanda. Sarà ritirato direttamente dal richiedente o da persona espressamente delegata presso l’ufficio URP previo appuntamento.

Modalità di richiesta ed erogazione

La certificazione è richiesta nei seguenti casi:

ricongiungimento familiare;

rinnovo permesso di soggiorno;

carta di soggiorno;

motivi di lavoro/studio;

prestazione di garanzia.