Seguici su
cerca

Pagamento tariffe annue controlli sicurezza alimentare

11 aprile 2022

calcolatrice con penna e annotazioni

Dal 1° gennaio 2022 entra in vigore il Decreto Legislativo n. 32/2021, in sostituzione del D.Lgs 194/2008, che stabilisce le modalità di finanziamento dei controlli ufficiali eseguiti dalle autorità competenti per verificare la conformità alla normativa in materia di sicurezza alimentare.

Data di Pubblicazione

11 aprile 2022

Dal 1° gennaio 2022 entra in vigore il Decreto Legislativo n. 32/2021, in sostituzione del D.Lgs 194/2008, che stabilisce le modalità di finanziamento dei controlli ufficiali eseguiti dalle autorità competenti per verificare la conformità alla normativa in materia di sicurezza alimentare.

In particolare l'art. 6 al comma 6 afferma che “L’Azienda sanitaria locale, per i controlli ufficiali effettuati sugli stabilimenti elencati nell’allegato 2, sezione 6, tabella A del presente decreto, che commercializzano all’ingrosso ad altri operatori o ad altri stabilimenti – diversi da quello annesso e da quello funzionalmente connesso che vende o somministra al consumatore finale - una quantità superiore al 50 per cento della propria merce derivante da una o più attività di cui alla medesima tabella del presente decreto, applica le relative tariffe forfettarie annue differenziate in tre fasce di rischio, fatte salve le indicazioni previste nella medesima tabella.Le tipologie produttive degli Stabilimenti assoggettati al pagamento di questa tariffa sono elencate nella Tabella A della sezione 6 dell’Allegato 2 del D. Lgs 32/2021.  Le tariffe forfettarie annue sono differenziate nelle seguenti tre fasce di rischio, fatte salve le indicazioni previste nella medesima tabella:

Livello di rischio Basso: € 200,00+0,5%

Livello di rischio Medio: € 400,00+0,5%

Livello di rischio Alto: € 800,00+0,5%.

In applicazione del nuovo sistema tariffario, gli Operatori del Settore Alimentare (OSA) che operano nel territorio di competenza dell'AUSL Toscana sudest e che effettuano le attività di cui all’allegato 2, sezione 6, tabella A, come disposto dall'art. 13, comma 11 del D. Lgs 32/2021, devono trasmettere tramite PEC alla sede territorialmente competente, Unità Funzionale SPVSA, al seguente indirizzo PEC: ausltoscanasudest@postacert.toscana.it il modello di autocertificazione (Allegato n. 1), previsto dalla norma, compilato con le informazioni riferite all’anno solare precedente, e successivamente provvedere al relativo pagamento del contributo forfettario annuo, in base alla classificazione della fascia di rischio di appartenenza, entro 60 giorni dalla ricezione della richiesta di pagamento a far data dal 31/03/2022, o dalla data di ricevimento della stessa se successiva. Le piattaforme di distribuzione alimenti della grande distribuzione organizzata, i depositi conto terzi di alimenti, i depositi per attività di commercio all’ingrosso di alimenti e bevande e i cash and carry sono comunque assoggettati alle tariffe di cui all’allegato 2, sezione 6, tabella A (art.6, comma 10 D. Lgs 32/2021). Sono esclusi dal pagamento delle tariffe di cui al comma 6, i broker e gli intermediari di commercio con sede diversa da uno stabilimento fisico (art.6, comma 10 D. Lgs 32/2021).